203 Views

26 Aprile 2024
A la TOSCANA in BOCCA scendono in campo anche i cuochi contadini di Campagna Amica

 A ‘la TOSCANA in BOCCA’, la 4 giorni pistoiese che sta allietando i palati di moltissimi visitatori, scendono in campo anche le cuoche contadine di Coldiretti-Campagna Amica, protagoniste con i loro prodotti e le loro ricette nell’area ‘experience’ e nell’area dei laboratori per ‘Piccoli Chef’: da Daniela Pagliai (I Taufi), a Emanuela Zucconi (Podere Gori) e Gabriella Michelozzi (Il Canto di Primavera del Sogno Antico), non manca il cuoco contadino Giuseppe Corsini (Le Roncacce). Agriturismi a cui si affiancano i prodotti delle aziende agricole Maccioni e Massaro. Latte, burro, miele, carne, wurstel, uova, farina, yogurt, ricotta e formaggi speziati e freschi, serviti in abbinamento guidato saranno tra i protagonisti della kermesse dell’arte di assaporare che ha riaperto i battenti dopo l’interruzione causa covid.

E non manca la degustazione della pasta Chelucci, lo storico produttore pistoiese che si approvvigiona di grano duro toscano, grazie ad un accordo di filiera promosso da Coldiretti. La prima degustazione è stata con formaggio mucchino abbucciato a latte crudo e yogurt dell’Agriturismo i Taufi, presentato dalla cuoca contadina Daniela Pagliai, accompagnata dalla piccola Marianna. Tutti gli appuntamenti sul sito: https://latoscanainbocca.it.

Coldiretti Pistoia è partner de ‘la TOSCANA in BOCCA’, organizzato dal Consorzio Turistico Città di Pistoia e promosso da Confcommercio Pistoia e Prato, a cui collaborano decine di realtà toscane. “Siamo orgogliosi di essere parte di un evento che valorizza il nostro territorio -dichiara Francesco Ciarrocchi, direttore di Coldiretti Pistoia-. Campagna Amica è la rete dei produttori agricoli di Coldiretti che portano direttamente ai consumatori le loro eccellenze agroalimentari nei mercati, nei punti vendita aziendali, negli agriturismi. In questi giorni i visitatori (grandi e piccini) de ‘la Toscana in Bocca’ potranno apprezzare formaggi, miele, salumi, yogurt, pasta ed altre bontà, spiegate direttamente da chi li produce. E la differenza con prodotti ‘indifferenziati’, i cui ingredienti non sono tracciati, si potrà sentire immediatamente in Bocca. Costruire dei percorsi virtuosi insieme a Confcommercio e alla ristorazione sensibile alla qualità dei prodotti del territorio restituirà grande soddisfazione a tutti gli attori compresi i consumatori”.

 

Quando acquisti un prodotto alimentare leggi l’etichetta?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi