22 Giugno 2021
PISTOIA, FAUNA SELVATICA: COLDIRETTI INCONTRA ASSESSORE E POLIZIA PROVINCIALE

Un incontro collaborativo per approfondire gli aspetti più tecnici dell’innovativa delibera regionale sulla fauna selvatica. Per verificare l’impatto delle novità nella specifica realtà pistoiese, il direttore di Coldiretti Pistoia, Gianfranco Drigo, ha incontrato Nicola Tesi, assessore con delega alla Polizia Provinciale insieme a Franco Monfardini e Luca Mugelli, responsabile ed istruttore della Polizia Provinciale di Pistoia.

Regione Toscana ha approvato di recente un provvedimento che permette agli agricoltori muniti di licenza di caccia di intervenire, sotto il coordinamento della Polizia Provinciale, sul proprio fondo per abbattere cinghiali, mini-lepri, piccioni ed altri animali selvatici che creano danni a raccolti, vigneti. uliveti e vivai.

“Un tema di assoluto rilievo per le aziende agricole che vedono spesso inficiato il proprio lavoro dai danni provocati dall’eccesso di fauna selvatica –spiega Drigo-. Per questo è importante la collaborazione tra agricoltori e autorità per attuare al meglio la normativa regionale anche qui a Pistoia. Ringraziamo i funzionari e l’assessore per la competenza e la disponibilità a trovare le soluzioni pratiche più idonee per contenere il fenomeno”.

La logica è quella della semplificazione con un’ulteriore riduzione dei tempi di azione ed un intervento diretto degli agricoltori. L’agricoltore, una volta individuato il poligono colturale, richiede la possibilità di fare gli interventi di controllo ed in maniera diretta. Lo potranno fare i proprietari e conduttori di fondo con porto d’armi. La gestione di questa novità sarà anche informatizzata per avere un quadro sempre chiaro ed aggiornato di coloro che potranno intervenire e soprattutto dove. “La sicurezza è un aspetto importante che deve restare al centro insieme alla funzionalità dell’intervento, l’incontro è stato utile per condividere anche i tecnicismi che a volte rallentano l’attuazione delle norme. Coldiretti attiverà tutti i canali informativi, e se necessario formativi, per rendere efficace la normativa nel più breve tempo possibile”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi